Fa parte della gara

  • Amory Ross membro dell'equipaggio addetto ai media
  • Scritto il:
0~0~0~pu~volvo_race_office~0~0~vor060312_ross_0232

Tappa 4, Giorno 16 dal blog di Amory

LUOGO: 100 miglia ad ovest della Nuova Caledonia
VELOCITÀ: 14.6
VENTO: 14
ROTTA: 181 gradi
VELE: fiocco piccolo, vela di straglio, randa steccata
DISTANZA DALLA FINE: 1200 MIGLIA

Abbiamo una cinghia che leghiamo da una parte all'altra dell'ingresso della cucina di bordo. È una misura di sicurezza in modo tale che quando la navigazione controvento raggiunge condizioni limite e qualcuno sta cucinando nella parte alta, non c'è rischio di perdere la presa e andare a finire sottovento. È un pezzo importante dell'attrezzatura, ma non amo vederla impiegare; di solito si accompagna a un bel po' di disagi. È come uno status, come un codice rosso o un DEFCON 4. Ora che la misura è in atto, la vita farà schifo per un periodo di tempo indeterminato e il fisico ne risentirà per tutta la giornata.

Fortunatamente sono passate solo quattro ore circa da quando ho messo la cinghia e forse è ora di toglierla. Le terribili condizioni controvento - una sorpresa per tutti noi - stanno volgendo al termine poiché la vicinanza alla Nuova Caledonia ci ha aiutati a superare agevolmente un ampio mulinello le difficili condizioni del mare in questione. L'effetto di sottovento dell'isola influisce anche sui nostri venti, che sono calati notevolmente.

Oltre ad essere l'ultima significativa massa continentale sulle nostre carte fino alla Nuova Zelanda, la Nuova Caledonia si è rivelata essere anche un importante punto di riferimento. Andare ad est dell'isola non si è mai dimostrata un'opzione praticabile, perciò tutte e sei le barche hanno usato l'angolo nord-occidentale come un vago waypoint, ed è servito a ricongiungere di nuovo l'est e l'ovest per la prima volta dopo settimane. Non vediamo un'altra barca dal Mar Cinese Orientale, ma questo potrebbe cambiare presto. Telefónica and CAMPER hanno fatto bene ad uscire dalla loro rotta e questa sarà una gara molto serrata a sud, soprattutto se e quando i ritmi rallenteranno come previsto nei pressi di Auckland. Adesso la tranquillità in testa alla corsa potrebbe svanire e potrebbero esserci molti sorpassi e stazionamenti.

Sarebbe un peccato aver navigato fin qui e vedere tutto il duro lavoro svolto essere in balìa di qualche giorno di persistente brezza leggera vicino al traguardo, ma questo fa parte di tutte le regate, che si tratti di girare intorno alla boa o per tutto il mondo, e ci stiamo preparando tutti a questa evenienza!

- Amory

Amory Ross

Addetto ai media

PUMA Ocean Racing powered by BERG

"È come correre con una corda elastica legata in vita [tra le onde]. Fai tre passi avanti, la barca ti abbandona e fai due passi indietro". - Casey Smith
 

Vela