PUMA quarto nella regata in-port di Abu Dhabi

  • Scritto il:
Vor120113_roman_0245

PUMA quarto nella regata in-port di Abu Dhabi, Pronto per l'inizio della 3ª tappa di sabato

ABU DHABI, UAE - Il team PUMA Ocean Racing powered by BERG ha conquistato tre punti piazzandosi quarto nella Etihad Airway In-Port Race disputata venerdì 13 gennaio ad Abu Dhabi, Emirati Arabi Uniti, terzo porto della Volvo Ocean Race 2011-12. Abu Dhabi Ocean Racing è arrivato in cima al podio nel porto di casa, seguito da Groupama al secondo posto e da CAMPER with Emirates Team New Zealand al terzo. PUMA è arrivata con un tempo di 1:02.26 e rimane quarto nella classifica generale con un totale di 31 punti.

"Siamo un po' demoralizzati per la decisione presa dall'arbitro sulla prima tappa che ha finito con il rovinare la nostra gara" ha detto lo skipper Ken Read. "Ci andremo a parlare per capire cosa hanno visto, perché quello che hanno visto loro è molto diverso da quello che abbiamo visto noi. Una volta sistemata la faccenda cominceremo a pensare al dopo. La buona notizia è il nostro atteggiamento ci permette di recuperare velocemente senza stare a rimuginarci sopra. Quella brutta è che abbiamo perso altri due punti. È un peccato perché a noi piaceva molto la nostra posizione".

PUMA è partito di slancio dopo un avvio in andatura portante prima di essere costretto a effettuare un giro di penalità a causa di un'infrazione di mura comminata dai giudici della regata. Durante il giro di penalità il resto della flotta gli è sfilata a fianco compiendo la maggior parte del percorso in favore di vento. PUMA Mar Mostro ha lentamente recuperato terreno verso la seconda boa e ha superato Team Telefónica passando al quarto posto, la posizione che ha mantenuto sino alla fine della gara.

"Purtroppo abbiamo avuto la penalità subito dopo la partenza. Pensavamo di essere stati assolutamente corretti nei confronti di Telefònica, ma gli arbitri non la vedono così" ha detto Kelvin Harrap, tattico inshore. "Ha condizionato tutta la nostra gara: il fatto di essere costretti a fare il giro di penalità a 9-10 nodi ci ha messo subito in svantaggio di 3 minuti sul resto delle barche. Ovviamente eravamo tutti frustrati e ci è mancato il tempo necessario per arrivare sul podio. Adesso ci toccherà rimetterci in sesto".

La 3a tappa della gara avrà inizio sabato 14 gennaio con un giro in-port di 8 miglia nautiche seguito da una regata sprint di 98 miglia nautiche lungo le costa di Sharjah. L'inizio è previsto per le 10:00 UTC/14:00 ora locale di Abu Dhabi.

Come nel caso della 2a tappa, la rotta della 3a tappa è stata ritracciata e suddivisa in due fasi a causa del pericolo di pirateria nell'Oceano Indiano. Nella 1a parte della tappa, i team sabato disputeranno la regata sprint di un giorno a largo di Abu Dhabi, navigando sino alle coste di Sharjah. Le barche verranno poi caricate su una nave per essere trasferite al sicuro nel porto in cui erano approdate durante la 2a tappa. Dopo che tutte le barche saranno state scaricate, potrà iniziare la seconda parte della 3a tappa, in cui i team navigheranno sino al quarto porto di Sanya, in Cina.

L'inizio della 3a tappa verrà trasmesso in diretta su www.volvooceanrace.com e sulla sezione live del canale di Volvo Ocean Race su YouTube: youtube.com/volvooceanracevideos. La diretta comincerà cinque minuti prima del segnale di avviso di 10 minuti. Vai anche su www.volvooceanrace.com per tutte le informazioni sui canali televisivi locali che trasmettono la gara.
 

Vela