4 Piloti 1 Titolo - Emozionante finale di stagione di F1 ad Abu Dhabi

  • Scritto il:
Abu-dhabi32

Ai vostri posti, pronti, partenza, via! Avvia il tuo motore per l'ultima gara della stagione di Formula 1. Sarà uno dei più esaltanti finali di stagione a cui abbiamo mai assistito.

Dei quattro contendenti al titolo, Fernando Alonso ha le maggiori possiibilità di vincere il Campionato Piloti con un vantaggio di otto punti dalla sua (246 punti) su Mark Webber a (238) e Sebastian Vettel a 231 punti.
E dopo l'affermazione di Dietrich Mateschitz, che ha detto che Red Bull non ricorrerà agli ordini di scuderia e che preferirebbe vedere i suoi piloti arrivare secondi nella corsa al titolo piuttosto che vederli trionfare scorrettamente, si potrebbe arrivare a una situazione in cui Red Bull potrebbe vincere, ma anche perdere. Tuttavia il palcoscenico è pronto a ospitare una battaglia corretta uomo contro uomo.
Se Alonso riuscisse ad arrivare secondo, a prescindere dai risultati degli altri concorrenti, Fernando Alonso sarebbe il pilota campione della F1 2010!
Perciò, sebbene Webber e Vettel debbano entrambi vincere, per Vettel andrebbe bene anche che Webber ottenesse il secondo posto, perché anche se arrivassero entrambi a 256 punti, lui si aggiudicherebbe il campionato sulla base di cinque vittorie contro quattro. Quindi Vettel ha anche bisogno che Alonso chiuda quinto o meno, cosa improbabile considerate le prestazioni della Ferrari delle ultime gare.
Se Marc Webber vuole diventare campione, Alonso deve arrivare massimo terzo.
Lewis Hamilton è il quarto contendente e, secondo la matematica, ha solo una possibilità di vincere il titolo. Perciò non solo dovrebbe vincere, ma Alonso non dovrebbe fare punti, Vettel dovrebbe chiudere al massimo al terzo e Webber al sesto.

Vettel lascerà passare Webber, nonostante i desideri di Mateschitz, consentendo al compagno di squadra di battere Alonso e di diventare il Campione del mondo 2010? Sebastian Vettel sorride alla domanda cruciale:
"Nel mio caso è tutto piuttosto semplice. Devo ottimizzare il risultato, dare il massimo e idealmente ripetere oggi la prestazione del Brasile, e poi dipenderà da come si piazzeranno gli altri. Dobbiamo giudicare considerando la situazione. Penso che entrambi sappiamo esattamente come agire. Abbiamo avuto alcuni momenti di cui non andiamo fieri e che non vogliamo che si ripetano..."

Mark Webber, come al solito, è più chiaro e sintetico: "Per farla breve: dipende da come va l'ultimo giro…"

Non stupisce che il favorito non riesca a smettere di sorridere: "Devo solo arrivare secondo. Se ci riesco, non importa chi vince. Se arrivo secondo, il problema è risolto."

Per quanto riguarda la RBR, la RB5 di Red Bull dell'anno scorso è stata molto veloce ad Abu Dhabi e la RB6 di quest'anno è ancora più veloce. D'altro canto, dei quattro contendenti al titolo, solo Fernando Alonso e Lewis Hamilton hanno già in passato lottato per il titolo, al contrario di Mark Webber e Sebastian Vettel.

Sicuramente il fantastico circuito di Yas Marina di 5.554 chilometri (3.451 miglia) ha di per sé sezioni molto veloci, spazi ridotti per sorpassare e persino un tortuoso settore in stile circuito cittadino che rende il tracciato un palcoscenico perfetto per questo dramma estremamente eccitante.

Perciò è tutto pronto per questo fantastico ed emozionante finale che certamente farà storia, a prescindere da come si concluderà questo dramma.

Fernando Alonso: "Potremo modificare la nostra tattica a seconda di quanto saremo stati competitivi fino a quel punto e del piazzamento in griglia. Penso che non avremo la velocità in curva di Red Bull, né quella in rettilineo di McLaren, ma in generale siamo stati competitivi per tutto il weekend e sono relativamente fiducioso nelle prestazioni della macchina. A prescindere dal risultato, ripenserò a quest'anno e penserò che per le due stagioni precedenti ho lottato per entrare nel Q3 e anche la Ferrari ha avuto un periodo duro nel 2009. Ma quest'anno siamo qui insieme a lottare per il titolo contro due Red Bull, perciò a prescindere da cosa succederà sabato, sarà stato comunque un ottimo 2010. Al momento non sto perdendo neanche un secondo della mia energia pensando a cosa succederà sabato. Dobbiamo lavorare venerdì e sabato per prepararci per il nostro obiettivo. Sabato cercheremo di essere in prima fila, ma ovviamente la pole sarebbe gradita! In gara il nostro obiettivo è di finire primo e secondo, ma per ora il nostro lavoro non è quello di credere o non credere a quello che potrebbe succedere. Ci sono state alcune gare questa stagione, come la Germania, Singapore e Monza, dove l'auto è stata competitiva e abbiamo avuto due macchine sul podio. Se riusciamo a fare la stessa cosa qui sarebbe per me di grande aiuto, e se Felipe avesse un weekend perfetto e riuscisse anche a vincere la gara sarebbe perfetto per noi."

Mark Webber: "Il tracciato è ben progettato e il fattore "crepuscolo" gli dà
un'atmosfera diversa - è una bella gara. Penso che avremo ottime chance di andare lì e
ottenere un buon risultato. C'è la possibilità che il team conquisti un altro campionato, il che
è un'ipotesi eccitante. Ci sono molti risultati possibili che possono ancora verificarsi, Fernando è quello messo meglio di tutti, ma abbiamo ancora una possibilità, perciò stiamo a vedere cosa succede."

Sebastian Vettel: "Ovviamente ho dei buoni ricordi di Abu Dhabi e spero
di ottenere un altro ottimo risultato qui quest'anno, ma
staremo a vedere. Per il campionato piloti è ancora tutto in gioco. Abu Dhabi è un buon tracciato; è fantastico guidare sotto il ponte dell'hotel con le luci del tetto che cambiano ogni volta che passi. La gente è molto amichevole e non vedo l'ora che la gara inizi."


Motorsport