Dietro le quinte col Gatto del Paddock

Il Gatto del Paddock PUMA è il nostro sguardo all'interno della Formula Uno: blog anonimi giornalieri il venerdì, il sabato e la domenica di ogni weekend di Formula Uno GP, per fornire al pubblico PUMA una visione dall'interno dal paddock!

Grande Prêmio Do Brasil 2012

  • San Paolo, BR
  • 23-25 novembre 2012

25 novembre 2012

  • Il Gatto del Paddock riassume la conclusione entusiasmante di una stagione sensazionale

    Sebastian Vettel è il campione del mondo 2012! Il suo sesto posto ottenuto in finale di stagione a Interlagos è stato sufficiente a dargli tre punti di vantaggio su Fernando Alonso, che ha concluso la gara in seconda posizione.

    Per entrambi i piloti è stata un'ottima stagione, anche se è stato Seb a uscire vincente dall'ultima gara. Tutto ciò nonostante la retrocessione causata dall'uscita di pista, avvenuta durante il primo giro, dopo lo scontro con Bruno Senna nella 4° curva. La sua rimonta è stata incredibile e degna di un doppio titolo mondiale.

    Dopo la gara, l'intero team Red Bull Racing ha indossato la T-shirt con la scritta "V3TTEL: tre volte campione del mondo" e fiumi di champagne hanno iniziato a scorrere nell'area hospitality della scuderia. Il direttore del team, Christian Horner, è andato in giro per il box a somministrare ai membri del team i suoi calorosi abbracci stritolanti e anche il patron della F1, Bernie Ecclestone, si è unito ai festeggiamenti.

    La maglia da campione di Vettel non era però l'unica T-shirt celebrativa in circolazione. I dipendenti McLaren hanno indossato la loro T-shirt rosso fuoco per omaggiare l'eccezionale vittoria di gara di Jenson Button, mentre i meccanici della Mercedes indossavano la maglia con la scritta "Grazie Micheal" sul davanti e con dietro stampato il numero dei suoi eccezionali 21 anni di carriera. E mentre la confraternita della F1 organizzava vari brindisi celebrativi per la serata, con l'avanzare della notte l'abbigliamento è diventato ovviamente sempre più stravagante!

    Dopo la gara, in altre zone del paddock F1 hanno fatto la loro comparsa un gran numero di celebrità. Owen Wilson, star di "2 single a nozze", era ospite della scuderia Ferrari, mentre la leggenda del calcio brasiliano Ronaldo ha raggiunto la scuderia Williams F1 ed erano presenti un sacco di campioni del mondo. Niki Lauda, Nelson Piquet, Emerson Fittipaldi, Damon Hill, Michael Schumacher, Kimi Raikkonen, Fernando Alonso, Seb Vettel, Jenson Button e Lewis Hamilton, una lista tanto impressionante quanto difficile la possibilità di trovarli tutti assieme. Un gruppo che nella sua totalità ha vinto la bellezza di 24 titoli mondiali!

    E così si è conclusa una delle stagioni di F1 più imprevedibili della storia. Una stagione in cui ci sono stati otto diversi vincitori e il più giovane tre volte campione del mondo nella storia dello sport è stato coronato a fine anno. Seb ha conquistato il suo recente titolo ancora alla tenera età di 25 anni e 145 giorni e grazie a esso è potuto entrare a far parte del gruppo di piloti che hanno ottenuto tre titoli mondiali consecutivi (insieme a Juan Manuel Fangio e Michael Schumacher).

    Vi ringraziamo per esservi interessati alle intricate vicende del Gatto del Paddock di quest'anno; è stato un vero spasso. Ci vediamo a Melbourne!
     

24 novembre 2012

  • Il Gatto del Paddock dietro le quinte al GP del Brasile - la quiete prima della tempesta

    Ciascuno di noi trae ispirazione da fonti diverse, e così quando oggi Fernando Alonso ha posizionato una fotografia di Enzo Ferrari su una cassetta degli attrezzi accanto alla sua F2012, tutti hanno fatto il tifo per lui all’interno del box Ferrari. Il fondatore della Scuderia continua a essere molto rispettato tra i corridoi di Maranello e senza dubbio avrebbe molto gradito l’approccio del mai dire mai di Alonso verso il campionato mondiale di quest'anno.

    Detto ciò, con molta probabilità, Enzo non si sarebbe fatto alcuno scrupolo nel dire a Fernando, così come faceva con tutti i suoi piloti, "le mie auto vincono le gare, i piloti le perdono." Fernando avrebbe una o due cose da dire al riguardo, dopo le sue prestazioni di quest'anno, anche se il Commendatore aveva sempre, in ogni caso, l'ultima parola.

    Sotto il caldo torrido di oggi a Interlagos, è stato un inizio di gara molto competitivo per la Ferrari e Felipe Massa alla lunga si è dimostrato essere il corridore più grintoso. La conformazione irregolare del percorso sembra infatti ben adattarsi alla F2012 e pare che i suoi pneumatici girino con più facilità sul tracciato rispetto a quelli delle altre vetture.

    Nel frattempo, Vettel è apparso soddisfatto della sua giornata di lavoro. Ha concluso la seconda sessione classificandosi al secondo posto, anche se solo domani, durante le qualificazioni, i contendenti al titolo ci faranno vedere veramente quale sarà la loro strategia. Si tratta di una prospettiva davvero allettante, specialmente se le previsioni meteo che annunciano pioggia risulteranno essere corrette.

    In un'altra zona del paddock è stata invece una giornata di comunicati riguardanti il prossimo anno. Esteban Gutierrez è stato confermato come compagno di squadra di Nico Hulkenberg alla Sauber e Charles Pic come uno dei piloti della Caterham. Queste decisioni hanno lasciato Kamui Kobayashi senza un team e con Force India come unica opzione attuabile per l'agguerrito pilota giapponese.

    Alla Mercedes AMG Petronas è stata invece accetta in modo positivo quella che è stata l'ultima gara di Michael Schumacher. Le vetture della casa sono arrivate tra le prime sette nella seconda sessione, dopo che in entrambe erano stati testati dei componenti perfezionati pensati per il 2013, in quella che doveva essere l'ultima sessione di test non ufficiali dell'anno.

    Ciò nonostante, malgrado venerdì sia stata una delle giornate più intense per i team, la squadra della Mercedes ha deciso di prendersi un po' di tempo per consegnare al direttore del team, Ross Brawn, una torta di compleanno! Ha compiuto 58 anni, per cui tanti di questi giorni! (e per favore, potresti offrirci anche un pezzo della tua torta?)
     

23 novembre 2012

  • Il Gatto del Paddock ci comunica le ultime notizie dalla finale di stagione a Interlagos.

    Eccoci giunti al termine: la prova decisiva del campionato mondiale. Chi sarà per la terza volta il più giovane campione del mondo di tutti i tempi: Fernando Alonso o Sebastian Vettel?

    Se tutto dovesse dipendere dalla classifica, Vettel avrebbe tutte le carte in regola per spuntarla a Interlagos. Con l'approssimarsi del weekend, il pilota mantiene un vantaggio di 13 punti, è salito sul podio in ciascuna delle ultime sei gare e ne ha vinte quattro. Se dovesse salire sul podio anche in questa occasione, il titolo sarebbe certamente suo, a prescindere dalla posizione finale che otterrebbe Alonso.

    Tuttavia, lo spagnolo non si arrenderà facilmente. Inoltre, sebbene la sua Ferrari non sia così veloce come la Red Bull, non lascerà che questo particolare interferisca con il suo assalto al titolo. In diverse occasioni, quest'anno, è riuscito a ottenere il massimo delle prestazioni dalla sua F2012, e questo è bastato a farlo restare in corsa per il titolo. È anche detentore di un ottimo record a Interlagos; in questo circuito è riuscito infatti a conquistare entrambi i suoi titoli mondiali nel 2005 e nel 06 e la pioggia prevista per domenica potrebbe trasformare la gara in una sorta di lotteria in cui Alonso è solito prosperare.

    Al loro arrivo al circuito, giovedì mattina, i due contendenti al titolo sono apparsi sereni. Seb è volato direttamente in Brasile subito dopo il Gran Premio degli Stati Uniti dello scorso weekend, mentre Fernando si è dovuto recare a New York, alla chiusura della Borsa, in qualità di sponsor per Santander. Però, invece che vedere questo suo impegno da sponsorizzatore come un'incombenza tediosa, è rimasto sbalordito di fronte alla Borsa di New York.

    "È un posto incredibile. È stata una sensazione fantastica chiudere la borsa martedì davanti a un pubblico di 300 milioni di telespettatori in tutto il mondo. È stata un'opportunità bellissima", ha affermato.

    Quando finalmente Fernando è arrivato al circuito, si è recato nella sua stanza dove ha trovato i messaggi di buona fortuna provenienti dai diversi club Ferrari sparsi nel mondo. "È stupendo ricevere il sostegno di tutti quanti", ha dichiarato. "La Ferrari è una grande famiglia".

    Sia Vettel che Alonso hanno partecipato alla conferenza stampa pre-gara ma, piuttosto che sedersi l'uno accanto all’altro, i due erano separati da Michael Schumacher, che si è seduto tra loro in prima fila. Forse la tattica dei posti è stata pensata per evitare attriti tra i due, anche se, comunque, era improbabile che ciò accadesse. I due sono estremamente abili a controllare e non mostrare le loro emozioni in una simile circostanza.

    Questo però non ha fatto alcuna differenza per la stampa. Tutte le domande erano praticamente rivolte a Fernando e Sebastian, nonostante questo fosse l'ultimo gran premio in assoluto per Michael e gli altri piloti presenti fossero il vincitore dell'ultima gara, Lewis Hamilton, e i due campioni nazionali Felipe Massa e Bruno Senna.

    Presto arriverà il momento in cui le chiacchiere giungeranno al termine, per cui, che vinca il migliore!

    Ah, e se qualcuno oggi avesse cercato Kimi Raikonnen al circuito, avrebbe sprecato le sue energie. Kimi ha informato la Lotus che non si sarebbe fatto vivo a Interlagos fino al giorno dopo. Perché lui può.