Il Gatto del Paddock parla di Rosberg e dei media, dei fan di Alonso e dello scooter di Schumacher

  • Scritto il:
Wri2_00003884-405

Il briefing dei piloti si è tenuto venerdì presso la sala delle conferenze stampa, situata vicino al media centre. Il direttore di gara Charlie Whiting ha parlato ai piloti della sicurezza e dei problemi emersi durante lo svolgimento delle prove d'apertura.

Al termine del briefing, 23 dei 24 piloti hanno lasciato la sala dirigendosi direttamente verso il paddock di F1. Ma Nico Rosberg, star della Mercedes AMG Petronas, ha deciso di fare un giro per il media centre, cosa mai successa. Ha attraversato la folla di giornalisti, scherzando insieme a loro e firmando autografi agli scribacchini giapponesi.

"Siete moltissimi" ha detto Nico, riferendosi ai 350 giornalisti presenti in sala. "C'è così tanto da scrivere sulla F1?"

Sì, Nico, c'è fin troppo da scrivere, e la tua squadra ha avuto negli ultimi giorni la sua buona fetta di pubblicità! A parte questa battuta, i cinque minuti che Nico ha trascorso nel media centre hanno contribuito a migliorare il suo rapporto con la stampa più di tante interviste faccia a faccia. I giornalisti di F1 apprezzano i piloti che si comportano in modo diverso, e Nico è uno di questi.

"Che bravo ragazzo" ha commentato il giornalista del quotidiano tedesco Bild. "Ed è anche simpatico" ha aggiunto l'inviato della testata britannica Daily Mirror.

Nico sembra più riposato di quasi tutti i presenti, essendo arrivato in Giappone già il weekend prima. Non tutti i piloti, però, si sono ripresi dal jet lag. La stella della Williams Pastor Maldonado ha dormito solo un'ora mercoledì notte, e questo non è certo il modo ideale di prepararsi prima di mettersi alla guida delle auto più veloci al mondo. "Ieri non ero per niente in forma" ha detto Pastor venerdì. "Ma la notte scorsa ho dormito come un bambino e ora mi sento un po' meglio".

Non si può nominare Suzuka senza parlare dei fan. Le tribune erano stracolme durante le prove e alcuni fan erano vestiti in modo alquanto stravagante. Due ragazzi hanno indossato per tutto il giorno il casco di Michael Schumacher, e c'era una signora avvolta in una bandiera delle Asturie in ossequio a Fernando Alonso.

"I fan di questa città sono fantastici" ha detto Jenson Button. "Sono davvero appassionati di questo sport e sostengono tutti i piloti, non solo Kamui [Kobayashi] o quelli di prima linea. Però amano venirti vicino e devi stare attento a non calpestarli se sei di fretta!"

Michael Schumacher ha escogitato un modo originale per evitare il problema. Si sposta in scooter, così non può essere fermato...
 

Motorsport