Eddie Jordan: anteprima della Cina

  • Scritto il:
Wri2_00003466-220

Per riuscire a dominare il Gran Premio di Cina dobbiamo tenere presente le due corse di apertura.

 

Le condizioni climatiche attese saranno simili a quelle sperimentate a Melbourne, inoltre, il circuito di Shanghai ricorda per molti aspetti Sepang, è stato infatti progettato dallo stesso architetto ed è anch'esso un super stadio.

In entrambi i casi Red Bull e Sebastian Vettel si sono lasciate indietro il gruppo, e non esistono motivi per credere che qui sarà molto diverso, in particolare perché sono passati solamente cinque giorni dalla gara malese. Ma, e stavolta si tratta di un grande ma, Red Bull deve fare in modo che il suo KERS funzioni perfettamente, in quanto il circuito è dotato di alcuni lunghi rettilinei nei quali il dispositivo fa tutta la differenza, specialmente durante le qualificazioni.

Sabato è prevista un po' di pioggia ma perché essa influisca in qualche modo sul risultato è necessario che cada durante le ore di qualificazione. Forse, per la prima volta durante la stagione ufficiale, finalmente vedremo come sono le gomme da bagnato Pirelli e ciò potrebbe stravolgere leggermente l'ordine di partenza.

In Malesia, Pirelli ha consegnato esattamente ciò che le era stato richiesto dalle squadre e in molti casi il KERS e gli alettoni posteriori mobili hanno funzionato bene, perciò attualmente abbiamo avuto entrambi gli estremi: in Australia abbiamo probabilmente avuto troppo pochi sorpassi e in Malesia, se possibile, un po' troppi. Speriamo che si raggiunga un buon equilibrio.

Ancora una volta sembra che la McLaren sarà in grado di dare battaglia a Red Bull, con la Ferrari e la Renault anch'esse competitive. Nick Heidfeld ha condotto un'ottima gara in Malesia, tenendo conto che non è stato nel vivo della Formula 1 per un po' di tempo, e credo che sarà un pilota da tenere d'occhio in questo weekend.

A mio avviso, la grande storia della settimana è stata che la dirigenza della Ferrari è tornata in Italia per riunirsi ed indagare sulle cause per cui l'auto non si comporta nel modo atteso. Venerdì, in Malesia stavano tracciando la mappa aerodinamica, che non è quello che vi aspettereste dalla squadra, e ciò indica la possibile presenza di alcuni gravi problemi dell'auto.

La squadra ha ricevuto dei nuovi componenti ma i piloti sembrano ritenere che sia ancora troppo presto per valutarne l'efficacia. Speriamo che trovino presto una soluzione, anche se i risultati si dovessero vedere in pista solo in Turchia, perché non è mai troppo tardi per recuperare.

Fernando ha commesso un errore elementare in Malesia, quando ha toccato il posteriore dell'auto di Lewis Hamilton e ciò potrebbe esaltarlo in Cina. È un gran peccato che abbia avuto problemi idraulici nel corso di entrambe le sessioni di venerdì, che gli sono costati molto del tempo in pista. I problemi idraulici hanno provocato il malfunzionamento del suo alettone posteriore mobile (DRS) in Malesia, e questa è un'altra preoccupazione di cui la Ferrari non aveva bisogno.

Domenica dovrebbe essere un vero spettacolo ma credo che tutti i ragazzi siano più interessati a tornare a casa dopo un mese faticoso alle spalle e a godersi due weekend di riposo.

Motorsport