Cronaca della partita di Coppa delle Nazioni Africane: Ghana 2 - Mali 0

  • Scritto il:
120130_gyan_137659090

Per i primi 63 minuti la partita sembrava destinata a chiudersi con un pareggio, poi Asamoah Gyan è tornato in vita portando le Black Stars alla vittoria...

Se c'è una somiglianza tra tutti i tornei internazionali, che si svolgano in Europa, Africa, Sud America o Asia, è che, man mano che il torneo va avanti, il gioco si fa più tattico e gli incontri diventano come partite a scacchi.

La partita di ieri sera tra Ghana e Mali non è stato da meno. Con un Mali che si difendeva in modo compatto e tentava di usare i veloci attaccanti per colpire in contropiede, per il Ghana è stato impossibile trovare un ritmo di gioco. Più e più volte hanno tentato di creare opportunità mettendo in pratica i caratteristici passaggi e azioni, ma non sono stati in grado di sfondare lo schieramento fortemente motivato del Mali.

Quando entrambe le squadre sono entrate negli spogliatoi a metà gara, sembrava che la partita fosse destinata a finire in pareggio e niente di quello che è successo nei primi dieci minuti del secondo tempo lasciava pensare diversamente. Ma nei tornei internazionali è anche vero che, quando le cose non funzionano e ci si sente frustrati, si può sempre contare sul fuoriclasse della squadra ed Asamoah Gyan lo ha dimostrato ieri sera.

Gyan ha giocato un discreto primo tempo. Forse reduce ancora dagli effetti dell'infortunio, ha tentato molti tiri e si è mosso bene nei primi 45 minuti, ma il suo centrocampo non lo sosteneva abbastanza velocemente e i difensori del Mali avevano la meglio. Poi al Ghana è stato concessa una punizione al 63° minuto e il mondo intero si è ricordato che, nonostante si stesse giocando in un campionato che non ha una grande copertura televisiva, Gyan non ha perso nessuna delle sue doti.

Con la palla piazzata a 25 yard di distanza, l'uomo soprannominato 'Baby-Jet' ha dato una sola occhiata alla porta avversaria, ha fatto un respiro profondo, si è avvicinato con calma alla palla e ha disegnato una traiettoria ad effetto infilando la palla nell'incrocio dei pali. Col risultato sul 1-0 per le Black Star, i giocatori del Mali si sono demoralizzati e il Ghana ha iniziato a giocare.

A 15 minuti dalla rete di Gyan il risultato era di 2-0. Andre Ayew, nel pieno di un'ottima stagione all'Olympique Marsiglia nella massima divisione del calcio francese, ha iniziato a dominare a centrocampo e a creare aperture. Poi c'è stato un passaggio lungo la destra, Gyan ha accelerato per recuperarla e ha dato alla palla un superbo colpo di tacco a mezz'aria servendo Ayew. Un fantastico dribbling e poi il fischio finale e le Black Stars hanno potuto iniziare a pensare ai quarti di finale.

La forma di Gyan sembrava migliorare con l'avanzare del gioco e, ora che la qualificazione è quasi assicurata, può concentrarsi sul raggiungimento della massima forma fisica prima delle fasi a eliminazione. Le Stelle Nere erano tra le favorite prima dell'inizio del torneo e, con un Gyan in piena forma e una forte squadra alle sue spalle, non ci sono motivi per cui non possano esserne all'altezza.
 

Calcio